martedì 4 febbraio 2014

HH 909A: La nascita di una stella in diretta




Questa suggestiva immagine catturata dal telescopio Hubble, rivela una stella nelle sue prime fasi di formazione all'interno della nebulosa Chamaeleon.
La giovane stella sta espellendo flussi di gas dai suoi poli. Questi getti stanno dando orgigine a questo oggetto conosciuto come HH 909A.
I flussi che fuoriescono dai poli della proto-stella sono molto veloci ma si scontrano con il gas più lento circostante illuminando l'intera regione nel modo spettacolare che vediamo nella foto.

In questa fase la stella in realtà non è ancora nata. Quando una stella sta per formarsi, la proto-stella nascente divora avidamente il materiale dalla nebulosa che la circonda e che ha dato il via al processo di formazione stellare.
Quindi una giovane proto-stella continua ad alimentare il suo enorme appetito, attirando a se materia e gas, fino a quando diventerà abbastanza massiccia da innescare le reazioni di fusione nucleare nel suo nucleo, e cioè a nascere, illumineranno la stella nascitura.
Prima che questo accada, le proto-stelle attraversano una fase durante la quale espellono violentemente materiale nello spazio.
Questo materiale viene espulso sotto forma di getti che irrompono nello spazio intorno ad esse a velocità di centinaia di chilometri al secondo e quando questi si scontrano con i gas e la polvere circostante illuminano la regione.

Il risultato sono questo tipo di nebulose a emissione conosciute come oggetti Herbig - Haro. 

Questi oggetti nebulari sono spettacolari sia per la realtà che rappresentano e sia per la vita brevissima che hanno.
Infatti, possono evolversi e cambiare nel giro di pochi anni ( come sta accadendo per la nebulosa heic1113 ) - appena un battito di ciglia in tempi astronomici .

Nell'immagine qui sotto vediamo l'evoluzione di un altro oggetto di questo tipo, la nebulosa HH47, i cui cambiamenti sono stati ripresi in un arco di 5 anni!!



Queste strutture sono molto comuni nelle regioni di formazione stellare, come la Nebulosa di Orione, o la nube molecolare Chameleon I  che si trova nella costellazione meridionale di Chameleon, a poco più di 500 anni luce dalla Terra.

Gli astronomi hanno trovato numerosi oggetti di Herbig - Haro incorporati in questa culla stellare, la maggior parte dei quali proveniente da stelle con massa simile a quella del sole. Si pensa che alcune siano legate a oggetti meno massicci come le nane brune, che sono stelle "fallite" in quanto non hanno raggiunto la massa critica per innescare le reazioni nei loro centri .

Clicca sulle immagini per ingrandirle