Vieni a scegliere la tua maglietta!

giovedì 6 aprile 2017

Scoperta una galassia che va contro i nostri modelli galattici

Una galassia appena nata, già piena di stelle morenti, in fase avanzata di esaurimento di combustibile necessario alla formazione di nuove stelle, lascia i cosmologi senza parole ma con molte domande
L'universo oggi ha 13,7 miliardi di anni. Le galassie come la Via lattea sono maestosi ed affascinanti sistemi di gas e stelle organizzate in magnifiche spirali.
Ma 12 miliardi di anni fa, all'inizio del suo sviluppo, la Via lattea primordiale è stata una piccola galassia, disordinata, e con solo un 1/50 della massa stellare odierna.
Qual'è la massa attuale della Via Lattea? ne abbiamo parlato approfonditamente qua: Quanto pesa la Via lattea?

E questo vale anche per le altre galassie che oggi vediamo nell'universo, piene di luce, di stelle, e di nebulose.
Ma i cosmologi hanno anche trovato un esemplare che invece è tutt'altro che simile al resto delle galassie che conosciamo.
Studiando oggetti molto lontani e quindi appartenenti al periodo in cui le galassie erano molto giovani, è stata scoperta una rarissima galassia la cui massa è già almeno 5 volte quella della via lattea ma che però è almeno 12 volte più piccola!
Stiamo parlando di ZF-COSMOS-20115. L'idrogeno e gli altri gas primordiali che nel tempo danno origine alla formazione stellare, su questa galassia si sono già esauriti e ZF-COSMOS-20115 oggi appare molto fredda e di colore rosso. In poche parole abbiamo trovato una enorme galassia già inattiva nel periodo in cui tutte le galassie dell'universo primordiale stavano prendendo forma.
Ebbene Questo oggetto sfida le nostre teorie su come le galassie si sarebbero formate ed evolute.
Approfondisci il tema dell'evoluzione galattica qui: Come si evolvono le galassie? è incluso anche un video.

Ci aspettiamo infatti che le galassie di 1 o 2 miliardi di anni fa siano embrioni di piccola massa, e che stiano generando stelle giovani. Tuttavia la galassia in questione è già (1,5 miliardi di anni fa) piena di stelle ed è già inattiva.
I ricercatori hanno scoperto che in un breve lasso di tempo questa galassia massiccia ha generato tutte le sue stelle (circa tre volte più di quelle che oggi popolano la Via lattea), attraverso un evento molto esplosivo.
In pratica ha generato le proprie stelle appena un miliardo di anni dopo il Big Bang, per entrare poi nella fase di riposo e di colore rosso.

Nel nostro Universo (quello quindi più vicino a noi) queste galassie sono comuni, ma non dovrebbero esistere in zone così remote e quindi in epoche così antiche.
ZF-COSMOS-20115 è anche molto piccola ed estremamente densa. Ha 300 miliardi di stelle stipate in una regione di spazio che ha circa la stessa dimensione della zona tra il Sole e la vicinissima Nebulosa di Orione.

I cosmolgi stanno ancora studiando come le galassie interrompano la loro formazione stellare, e fino a poco tempo fa i nostri modelli indicavano che cadaveri di galassie come ZF-COSMOS-20115 dovrebbero iniziare ad esistere almeno tre miliardi di anni dopo il Big Bang.
E non'è tutto: Il tasso di formazione stellare osservato di questa galassia produce meno di un quinto della massa del Sole all'anno in nuove stelle, ma al suo apice, 700 milioni di anni prima, questa galassia formava stelle 5.000 volte più velocemente.
In sostanza questa enorme galassia si è formata come un petardo in meno di 100 milioni di anni, proprio all'inizio della storia cosmica. E' rapidamente diventata un oggetto mostruoso, per poi altrettanto improvvisamente spegnersi.
Peccato che una vita così breve con una morte così veloce non è prevista dalle teorie cosmologiche attuali.

Questa galassia segna un nuovo record per la prima galassia rosso-massiccia. Si tratta di una galassia estremamente rara, che rappresenta una nuova sfida per i modelli sull'evoluzione galattica.